Tu sei qui:
foro-di-augusto_-foto-di-andrea-franceschini-7-680x365_c

Dopo il successo delle passate edizioni, tornano i suggestivi “Viaggi nell’antica Roma”: 2 storie e 2 percorsi promossi da Roma Capitale – Sovrintendenza Capitolina ai Beni Culturali, prodotti da Zètema Progetto Cultura e a cura di Piero Angela e Paco Lanciano, in collaborazione di Gaetano Capasso e con la Direzione Scientifica della Sovrintendenza Capitolina.
Adatti anche a bambini in età scolare, si tratta di spettacoli dal forte impatto emozionale che vi mostreranno i Fori così come si presentavano all’epoca di Augusto e di Cesare: una rappresentazione fatta da magnifici filmati, ricostruzioni, spettacolari giochi di luci,  ricca di informazioni dal grande rigore storico e scientifico. Grazie alle cuffiette che vi verranno consegnate all’ingresso, voi e i vostri bambini potrete ascoltare splendide melodie, gli effetti speciali e l’interessante racconto di Piero Angela. L’eccezionale evento si svolge tutte le sere e dura circa 40 minuti.

 

Comodamente seduti sulle tribune e con le cuffie ben posizionate, grazie a questa serata farete vivere ai vostri bambini un’esperienza unica dal forte valore formativo e di scoperta. Pur spaziando su vari aspetti di quel fenomeno unico che fu la romanità, il racconto – dal linguaggio semplice e di facile comprensione – si incentra sul foro di Augusto, utilizzando una formula divertente e creativa per cercare di far parlare il più possibile le pietre, testimoni di un’epoca e di una vita lontana, da cui proveniamo.
I bambini seguono incuriositi tutta la storia, gli occhi inseguono veloci i marmi che si illuminano, le manine indicano, gli “oohhh!!!” di stupore partono dalle tribune. Uno spettacolo da non perdere che rispolvera la memoria degli adulti e aiuta i piccoli ad imparare divertendosi. Il racconto così come gli effetti luminosi e sonori, stimolano la fantasia e l’interesse dei bambini per tutte quelle rovine che sono il risultato di un’infinita maestosità di cui loro sono e saranno, in piccola parte, eredi.
Oltre alla ricostruzione fedele dei luoghi, con effetti speciali dal forte impatto emozionale, il racconto si sofferma sulla figura di Augusto, la cui gigantesca statua, alta ben 12 metri, dominava l´area accanto al tempio.
Musiche, luci e suoni ma non solo: torce infuocate illuminano il foro, i resti delle imponenti colonne e animano i portici dell’antico popolo romano, raccontandone le abitudini. Grazie a spettacolari ricostruzioni, forte è la presenza dei patrizi, dei senatori, dei soldati che quasi sembra di percepirne i passi.
Questo spettacolo è un salto nella storia di un imperatore che ha portato Roma in un nuovo periodo della sua storia: l’età imperiale è stata infatti quella della grande ascesa che, nel giro di un secolo, ha portato Roma a regnare su un impero esteso dall´attuale Inghilterra ai confini con l´attuale Iraq, comprendendo gran parte dell´Europa, del Medio Oriente e tutto il Nord Africa.

Sarà questa un´occasione anche per raccontare che quella conquista significò l´espansione non solo di un impero, ma anche di una grande civiltà, che ha portato con sé cultura, tecnologia, regole giuridiche, arte. In tutte le zone dell´Impero ancora oggi sono rimaste le tracce di quel passato, con anfiteatri, terme, biblioteche, templi, strade.

E per chi volesse addentrarsi nei fori, camminando su antichi percorsi e ritrovarsi circondato dagli imperiali resti dei Fori, dall’anno scorso è possibile visitare anche il Foro di Cesare.

Per maggiori informazioni sugli spettacoli visita il sito http://www.viaggioneifori.it/

Per i bambini il biglietto è ridotto!

 

Open Popup
  • luglio-agosto_insieme