fbpx
Tu sei qui:
salute del bambino

Ogni bambino ha a disposizione un pediatra di famiglia che ne segue la crescita attraverso periodici bilanci di salute. Il pediatra è il punto di riferimento per monitorare la salute del bambino e ogni problematica relativa alla nutrizione, al comportamento e allo sviluppo. Il pediatra, a seconda dello stato di salute del bambino, consiglierà e prescriverà gli esami clinici da eseguire in questa fascia di età. Vediamo quali sono quelli raccomandati dal Ministero della Salute.

Screening neonatali

Alla nascita e nei primi anni di vita, possono essere effettuati screening nei confronti di diverse malattie per consentire una diagnosi precoce e un trattamento tempestivo:

  • alla nascita: screening audiologico neonatale per ipoacusia e sordità;
  • tra 48-72 ore dalla nascita: screening per diverse malattie metaboliche ereditarie (screening neonatale esteso);
  • alla nascita e a 3 anni: screening oftalmologico per cataratta congenita, ipovisione e cecità, ambliopia (occhio pigro).

Stili di vita

La salute del bambino fin dalla nascita dipende dalle scelte e dallo stile di vita dei genitori. Ecco alcune azioni utili per la sua salute:

  • allattarlo al seno almeno fino a sei mesi;
  • non esporlo al fumo, la mamma non deve fumare in gravidanza;
  • farlo dormire a pancia in su nel primo anno di vita;
  • proteggerlo dagli incidenti stradali e quelli domestici attraverso opportune misure di sicurezza;
  • leggergli un libro ad alta voce;
  • non esporlo precocemente e a lungo a TV/tablet o altri schermi.

Man mano che cresce, inoltre, è importante:

  • seguire i consigli del pediatra per il divezzamento e l’alimentazione successiva con una dieta varia ed equilibrata;
  • garantire un sonno adeguato;
  • favorire la regolarità dell’intestino;
  • curare la sua salute orale;
  • garantire l’attività motoria, anche all’aperto;
  • esporre il bambino ai raggi solari con moderazione e usare gli opportuni filtri per proteggerlo dalle scottature, ma garantendo l’attivazione della vitamina D.

Vaccinazioni

Ogni bambino ha il diritto di essere protetto dalle malattie infettive prevenibili. Il modo più sicuro ed efficace sono le vaccinazioni secondo la tempistica prevista dal calendario vaccinale. Ecco quelle previste fino a 10 anni:

  • nel terzo, quinto e undicesimo mese: vaccini contro difterite, tetano, pertosse, poliomielite, epatite B, infezioni invasive da Haemophilus influenzae b, pneumococco;
  • nel terzo, quarto, sesto e tredicesimo mese: vaccino contro il meningococco B;
  • tra il terzo e il settimo mese: vaccino contro il rotavirus (con due o tre dosi a seconda del tipo di vaccino);
  • tra il tredicesimo e il quindicesimo mese: vaccini contro morbillo, rosolia, parotite, varicella, meningococco C
  • a sei anni: seconda dose dei vaccini contro morbillo, rosolia, parotite, varicella. Richiamo dei vaccini contro difterite, tetano, pertosse e polio.
  • Da 0 a 16 anni sono obbligatorie le vaccinazioni contro difterite, tetano, polio, epatite B, Haemophilus influenzae b, morbillo, parotite, rosolia e varicella (questa solo per i nati dal 2017 in poi), inclusi i successivi richiami previsti dal Calendario vaccinale nazionale. (Per approfondire consulta la pagina del calendario vaccinale).

Dopo aver consultato il vostro Pediatra, presso il nostro Centro potete effettuare dei checK Up  dedicati alla salute complessiva del vostro bambino. Per saperne di più potete visitare la pagina dedicata ai Check Up, cliccando qui.

(fonte: Ministero della Salute)