cosa fare se il bambino non mangia

Per dare sprint ai bambini – ma anche a mamma e papà – e affrontare la giornata con la giusta energia, assieme al dott. Giorgio Pitzalis, Medico Pediatra Specialista in Gastroenterologia, abbiamo individuato alcuni esempi di colazioni tipo.  Ecco tre tabelle che illustrano gli apporti calorici (tra parentesi) degli alimenti consigliati a seconda delle diverse età.

 

tabella-2

Oppure 

 

tabella-3

Oppure

 

tabella-4

 

Occorre sapere che l’apporto calorico della colazione deve essere pari a circa il 15% del totale energetico giornaliero. “Al mattino, sulla tavola gli alimenti che non dovrebbero mai mancare sono latte o yogurt, cereali e frutta” consiglia il dott. Pitzalis. “Sarebbe indicato fornire il 50% dell’apporto calorico della prima colazione sotto forma di latte o yogurt, che apportano in media 3.5 g/100 grammi di proteine di alto valore nutrizionale, mentre la rimanente quota, può essere ricavata dall’assunzione di cereali o prodotti da forno (in media 8 grammi di proteine ogni 100 g di prodotto)“. Ecco quanta energia ciascuno di noi dovrebbe assumere al mattino.

 

tabella-1

Non tutti i giorni, ma a volte si può aggiungere al pane o alle fette biscottate una piccola quantità di burro (non più di 5-10 g). Anche i prodotti da forno sono una valida alternativa, come ad esempio una fetta di torta fatta in casa ma è meglio conoscerne gli apporti nutrizionali!

Mamme ricordatevi che …

Il tè non rappresenta una colazione nutrizionalmente valida. Può eventualmente essere assunta una volta la settimana, comunque integrato con prodotti da forno, alimenti spalmabili e frutta. A proposito, sapevate che i prodotti spalmabili a base di nocciole contengono, in media, il 30% di grassi ed un elevato apporto calorico (537 kcal/100 g). Meglio preferire la marmellata, che a parità di quantità, apporta meno della metà delle kcal (222 kcal/100 g).

Biscotti e fette biscottate

In generale le fette biscottate hanno un contenuto calorico minore dei biscotti. Infatti alcuni biscotti superano anche le 550 kcal/100 g mentre l’apporto calorico delle fette biscottate è, in media, 400 kcal/100 g. E’ bene anche ricordare che il peso medio di un biscotto e/o di una fetta biscottata è pari a 6-8 grammi, anche se taluni arrivano a 17 grammi. E’ utile sapere che sono sufficienti 2-3 biscotti frollini al giorno per fornire, in media, 100 kcal. Tale consumo, se in eccesso rispetto ai bisogni e ripetuto ogni giorno, dopo 2 mesi comporterà un aumento di 1 kg di peso.

Open Popup
  • orari_settembre_bios