fbpx
Tu sei qui:
Proteggere_pelle_bambini_sole

“Il metodo della pedagogia scientifica applicato all’educazione infantile nelle case dei bambini”, pubblicato nel 1909, è uno dei testi di Maria Montessori ancora oggi estremamente attuale e ricco di spunti per genitori ed educatori.

Cosa dice in sintesi

Secondo la Montessori, “il piccolo rivela se stesso solo quando è lasciato libero di esprimersi, non quando viene coartato da qualche schema educativo o da una disciplina puramente esteriore”. Da questo assunto derivano tutte le norme che costituiscono il cosiddetto Metodo Montessori. Eccone 5 più importanti:

Guidare il bambino all’indipendenza

Il genitore insegna e dà l’esempio, non deve trattare il piccolo come un fantoccio. Imboccarlo, vestirlo, lavarlo sono compiti dei genitori, ma ancor di più lo è portare i bambini all’indipendenza, dando loro spazio e possibilità di compiere ogni giorno una nuova conquista, senza soffocarli o sopperire alle loro piccole mancanze.

Dare fiducia ai bambini

“Non ce la farai mai perché sei troppo piccolo”: quante volte ci è capitato di dire o sentir dire questa frase da altri genitori. Giudicare i bambini in base alla propria età, secondo la Montessori, è scorretto: hanno bisogno di fiducia e libertà nel compiere azioni quotidiane che diano loro soddisfazione.

Rafforzare i pregi del bambino

Continuare a sottolineare i difetti del bambino è controproducente e lo sminuisce nella sua costruzione di sicurezza e indipendenza. Uno dei principi montessoriani rivolti agli educatori delle scuole, ma valido anche per i genitori, è “concentrarsi sul rafforzare e aiutare lo sviluppo di ciò che è positivo nel bambino (i suoi pregi e i suoi talenti)”.

Rendersi disponibili

I genitori devono essere pronti ad accoglierli, a rispondere alle loro esigenze, ad ascoltarli: i bambini non vanno ignorati nelle loro richieste di attenzione, ma seguiti con calma e disponibilità. La Montessori, elencando i propri principi, invita a “trattare sempre il bambino con le migliori maniere e offrirgli il meglio di ciò che si possiede in se stessi e che si ha a disposizione”.

Educare al contatto con la natura

Vivere all’aperto e imparare ad amare la natura sono cose indispensabili per il bambino: “se fate una passeggiata in montagna non prendete il piccolo in braccio, ma lasciatelo libero, mettetevi voi al suo passo, aspettate con pazienza che raccolga un fiore, che osservi un uccellino…”.

Clicca qui per visitare il sito su Maria Montessori