Tu sei qui:
tosse nei bambini

La tosse nei bambini è – come la febbre – un meccanismo di difesa dell’organismo, è un’amica della respirazione. Infatti elimina tutto quello che può essere entrato nelle vie respiratorie e che fa male all’organismo, dai virus ai corpi estranei. Non occorre combattere subito la tosse con medicine. La tosse, quasi sempre, è provocata da irritazione delle prime vie respiratorie, causata da virus, fumo,inquinanti atmosferici, ambiente secco.Quasi tutti i bambini hanno la tosse in alcuni periodi dell’anno, soprattutto quando frequentano collettività come nido e
scuola dell’infanzia, stando gli uni accanto agli altri in ambienti confinanti. E’ importante che non fumiate in casa e che non fumiate in
generale! Il fumo irrita le vie respiratorie).

Ecco cosa fare in caso di tosse nei bambini

  1. Date spesso da bere al bambino: l’acqua è il più efficace ed economico mucolitico, aiuta il “catarro” a sciogliersi.
  2. Se non vuole mangiare non forzatelo. Tossendo, potrebbe vomitare tutto.
  3. Umidificate l’aria degli ambienti dove vive il bambino, mantenete l’umidità sul 50%: quando è acceso il riscaldamento e se l’ambiente è molto secco, è bene tenere sopra i radiatori due asciugamani sempre bagnati. Evitate di usare prodotti balsamici e profumati da sciogliere nell’acqua perché il loro profumo potrebbe irritare i bronchi del bambino e aggravare la tosse.
  4. Ricorrete alle medicine solo dopo parere del pediatra: i mucolitici e gli espettoranti quasi sempre sono inutili. Nel bambino sotto i 3 anni NON devono essere usati e possono essere anche dannosi, perché le secrezioni sciolte rischiano di rendere difcoltoso il respiro.
  5. Se la tosse è catarrale, si possono fare lavaggi nasali con soluzione salina. Se la tosse è secca, fastidiosa, irritante per
    il bambino, che non riesce a dormire bene, utilizzate vapori di acqua calda, bollente, ma fate attenzione che
    il bambino non si scotti. Se ha più di 1-2 anni potete proporgli latte e miele,  i calmanti della tosse non sono indicati in età pediatrica, è sempre bene chiedere al proprio pediatra.

Consigli tratti da “Il bambino e la sua famiglia” – Guida pratica per genitori a cura della Società Italiana di Pediatria Preventiva e Sociale, della Federazione Italiana Medici Pediatri e della Società Italiana di Medicina Perinatale.