fbpx
Tu sei qui:
cosa fare se il bambino non mangia

Il bambino che non mangia è una delle principali preoccupazioni di genitori e mamme: in particolare, se si verificano casi di scarsa crescita o se a un certo punto non termina, come faceva prima, i suoi pasti.

Cosa fare?

La cosa importante è capire se si tratta di un vero o di un falso problema. Come? Innanzitutto accettando serenamente questo cambiamento, monitorandolo, senza adottare atteggiamenti che potrebbero essere controproducenti del tipo: lo costringo a mangiare! Oppure purché mangi gli do quello che vuole! Ebbene, questi atteggiamenti possono provocare squilibri emotivi e nutrizionali. Se il pediatra conferma che la crescita di vostro figlio è regolare, cercate di adottare regole di comportamento per far sì che la tavola non diventi terreno di scontro e il cibo un’arma di ricatto.

6 utili suggerimenti

  1. Non forzatelo a mangiare controvoglia: serve solo a innescare un cattivo rapporto col cibo. Col tempo può scatenare un senso di rifiuto.
  2. Non trasformate il cibo in un premio: in questo modo confermate che la carne (ad esempio) non è buona ma il premio si.
  3. Al contrario, non trasformate il cibo in castigo: si corre il rischio di far vivere con ansia il momento del pasto.
  4. Non riproponete dopo mezz’ora un pasto rifiutato in precedenza: se continua a mangiare in maniera irregolare avrà sempre meno appetito al pasto successivo
  5. Non lasciatevi ricattare: se vostro figlio si rende conto che non mangiando ottiene comunque ciò che vuole e che siete disposti a tutto pur di vederlo mangiare, abusare di questo “potere”.
  6. Infine, ricordate che anche in  un bambino, come in  noi adulti, l’appetito può variare da un giorno o un periodo all’altro.

Dopo aver sentito il vostro pediatra, presso il nostro centro potete effettuare un colloquio con i nostri esperti in dietologia pediatrica per capire le dinamiche di eventuali problemi legati all’alimentazione.

Visita la pagina dedicata al servizio di Dietologia Pediatrica

Chiama lo 06/809641 per prenotare un consulto di dietologia pediatrica