Tu sei qui:
Endocrinologia Pediatrica

L’Endocrinologia Pediatrica si occupa principalmente delle problematiche inerenti lo sviluppo e la crescita staturo-ponderale nel bambino e nell’adolescente. In particolare, la valutazione endocrinologica/auxologica è importante in casi di ritardi di accrescimento, causati da possibili alterazioni ormonali e/o patologie genetiche e anche per escludere patologie di malassorbimento (celiachia), epatiche o renali, più frequenti in questa fascia di età.
La valutazione in età evolutiva può svelare patologie o alterazioni dello sviluppo puberale (pubertà precoce o ritardata vs ipogonadismo) la cui diagnosi precoce può prevenire alterazioni della statura in piedi finale o far individuare patologie genetiche sottostanti. Inoltre, nel periodo adolescenziale, è sempre più frequente il riscontro, in particolare nelle ragazze, di alterazioni delle mestruazioni o alterazioni dermatologiche come irsutismo o acne che vanno individuate con specifici esami clinici.

Il servizio di Endocrinologia Pediatrica prevede valutazione auxologica per analizzare:

  • bassa statura;
  • ritardi puberali;
  • pubertà precoce o anticipata;
  • valutazione obesità/sovrappeso infantile;
  • valutazione clinica e antropometrica per esclusione di patologie associate;

visita specialistica atta a:

  • elaborare piano dietetico e attività fisica;
  • prevenire patologie associate;
  • individuare patologia tiroidea in età pediatrica; patologia surrenalica e ipofisaria del bambino; alterazioni mestruali nell’adolescente;
  • intervenire con diagnostica ecografica ed ecodoppler tiroideo nel bambino.

Dr. Danilo Fintini Medico Chirurgo Specialista in Endocrinologia e Malattie del Ricambio dell’ Ospedale Pediatrico del Bambino Gesù.

Dott.ssa Sarah Bocchini Medico Chirurgo Specialista in Diabetologia ed Endocrinologia


 

L’ Endocrinologia pediatrica

Si occupa principalmente nel bambino e nell’adolescente delle problematiche inerenti lo sviluppo e la crescita staturo-ponderale in relazione a possibili alterazioni ormonali e patologie genetiche sottostanti.

In particolare la valutazione endocrinologica/auxologia è importante in casi di ritardi di accrescimento nel rischio di alterazioni tiroidee o dell’ormone della crescita, ma anche nell’esclusione di patologie di malassorbimento (celiachia) o epatiche o renali, più frequenti in questa fascia di età.

Un’attenta valutazione auxologica può aiutare anche nella comprensione delle basse stature “familiari” o “idiopatiche” da basse stature patologiche.

La valutazione dello stadio puberale può svelare patologie o alterazioni dello sviluppo puberale (pubertà precoce o ritardata vs ipogonadismo) la cui diagnosi precoce può prevenire alterazioni dell’altezza finale o far individuare patologie genetiche sottostanti (es Sindrome di Klinefelter o Turner etc).

Inoltre nel periodo adolescenziale sempre più frequente è il riscontro, in particolare nelle ragazze, alterazioni delle mestruazioni o alterazioni dermatologiche come irsutismo o acne che vanno indagate nelle’esclusione di alterazioni della ghiandola surrenalica o delle ovaie (policistosi ovarica) con esame clinico ed eventuali semplici test primo e secondo livello.

L’endocrinologia pediatrica inoltre è indirizzata sulla prevenzione e il trattamento della dilagante pandemia di obesità infantile che dagli ultimi dati, in età scolare, ha toccato punte del 35% in Italia e fino al 50% in alcune regioni.

Una valutazione precoce del bambino a rischio di sovrappeso/obesità (figlio di genitori in sovrappeso o con familiarità spiccata per obesità e patologia metabolica) o già in sovrappeso/obeso può prevenire che diventi un adulto obeso e/o che sviluppi complicanze legate all’obesità stessa. Tali complicanze negli ultimi anni, con l’aumento dell’obesità infantile, sono sempre più frequenti e patologie come ipertensione arteriosa, steatosi epatica (fegato grasso), ipercolesterolemia e diabete mellito, si presentano in età sempre anticipata fino all’età scolare con rischio cardiovascolare aumentato precocemente e soprattutto di divenire un “adulto malato”.

Una valutazione precoce e l’impostazione di semplici esami di primo ed eventualmente di secondo livello ad escludere cause secondarie di obesità e presenza di patologie correlate, e di un regime alimentare e di movimento equilibrato possono prevenire che un bambino in sovrappeso diventi un adolescente o peggio un adulto obeso o con patologia legata all’obesità stessa.


Endocrinologia Pediatrica

Endocrinologia Pediatrica Endocrinologia Pediatricaendocrinologia-pediatrica